Map2future: Scambio giovanile Erasmus+

Map2future: Scambio giovanile Erasmus+

Dopo l’esperienza di novembre 2017, Erasmus+ sbarca nuovamente al Centro Informagiovani Salerno. Dal 16 al 24 ottobre 2018, infatti, l’Informagiovani ospita nella sua sede di via Porta Catena 62 lo scambio giovanile Erasmus+ “Map2future“, coordinato dall’Associazione Futuro Digitale e finanziato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani.

Per 9 giorni, 37 giovani provenienti da 7 diversi Paesi europei (Francia, Grecia, Italia, Lituania, Polonia, Romania e Spagna), si confronteranno e approfondiranno un tema che da sempre è a cuore all’Informagiovani Salerno e che è stato oggetto di diversi workshop ed eventi nel corso dell’annata 2017/2018, ossia il riconoscimento e la valutazione delle competenze dei giovani.

L’iniziativa sarà realizzata attraverso strumenti innovativi e metodi di apprendimento non formale. Il titolo completo del progetto è “Map of Myself to Find my Future”, ad indicare l’obiettivo specifico del progetto, che è quello fornire strumenti di supporto per una vera e propria “mappatura” delle abilità e competenze dei giovani, che spesso non sono in grado di (auto)riconoscerle e (auto)valutarle. Comprendere “chi si è” e “in cosa si è bravi” rappresenta un prerequisito indispensabile per l’accesso al mondo del lavoro e non solo.

Le attività previste saranno diversificate, prevedendo momenti formativi, seminari, focus group, ma anche visite di studio a realtà giovanili del territorio salernitano e momenti di incontro interculturale, tenendo presente anche l’obiettivo sociale e culturale del progetto, che è quello di costruire una cittadinanza europea reale e solidale, attraverso l’incontro tra giovani europei.

Lo scambio è finanziato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, che ha valutato positivamente l’idea di fondo, dando la possibilità di realizzare, ancora una volta, un progetto europeo fatto da giovani e per i giovani sul territorio salernitano.

Per favorire la conoscenza del contesto territoriale, saranno previste visite presso realtà territoriali quali Associazione e Circolo Arci “Marea”, Istituto Genovesi ed altre realtà sociali, per analizzare come e in quali contesti sia possibile acquisire competenze formali, non formali e informali. I giovani si confronteranno sulle personali esperienze di associazionismo giovanile e di formazione scolastica a partire dai rispettivi Paesi e aree di provenienza.

Mercoledì 17 ottobre 2018, primo giorno di attività, è previsto il saluto istituzionale dell’Assessore alle Politiche Giovanili e all’Innovazione Mariarita Giordano, che accoglierà i partecipanti e darà il via alle attività formative.

Tutte le attività saranno guidate e moderate dal formatore del progetto Francesco Romano, esperto di educazione non formale. Nel corso dei 9 giorni di attività, saranno realizzate inoltre “serate interculturali”, durante le
quali saranno protagoniste le 7 culture presenti: momenti quindi più informali, nei quali l’incontro interculturale avrà come protagoniste la musica, la gastronomia, le danze e le tradizioni dei Paesi partecipanti.